martedì 16 dicembre 2008

A prova di latte

"Per crescere bisogna separarsi"!! Che la si interpreti come legge di vita o condizione naturale di crescita l'unica cosa che posso dire - per esperienza diretta e per studi di settore - è che questa frase implica il verificarsi di almeno due condizioni: 1) l'essere stato unito a qualcosa o qualcuno e 2) l'accettazione di un dolore (per fortuna momentaneo). Così quando ho dovuto smettere di allattare il mio cucciolo per improvvisa scarsa produzione di latte materno....(cose che capitano dopo un puerperio durato 8 mesi) mi sono vista costretta a separarmi fisicamente dal mio cucciolo e non senza un lieve dolore. Per fortuna la ragione ci aiuta a superare momenti ben peggiori e così ho cominciato a pensare a quanto velocemente sia passato questo bellissimo se pur pesante periodo d'allattamento e che infondo aver avuto la possibilità di attaccarlo al seno è stata davvero una fortuna. Ci siamo conosciuti ed annusati il cucciolo ed io e ....per fortuna (qui parla una mamma chioccia) passerà ancora un po di tempo prima che il cucciolo faccia le valigie e vada a star per conto suo ;) ....Ma fin qui è prassi.....è legge di vita come sopra detto, quel che in effetti è stato davvero dolorosetto è stata la difficoltà di trovare un degno sostituto alimentare per il piccolino che ancora per due pasti al dì si nutre di latte. Così il giorno che ho cominciato ad accorgermi della sopraggiunta necessità di affidare al seno artificiale (biberon) il compito di essere tramite tra me e il mio cucciolo mi hanno consigliato come sostituto il latte di soia (il mio piccolo è ancora in dieta bandito il latte vaccino), ma non appena ho avvicinato il biberon allo gnometto al disgusto è seguito il rifiuto....momenti di panico....poi la scoperta, latte di mandorla e latte di riso con calcio. Un mix vincente che pare essere molto gradito.

Nessun commento: